La prostata è una ghiandola che hanno solo gli uomini, grande come una castagna e situata sotto la vescica, cioè la sacca che contiene le urine. La funzione della prostata consiste nel produrre il liquido seminale, nel quale gli spermatozoi trovano l’ambiente adatto per sopravvivere.

Questa ghiandola può infiammarsi per vari motivi. Nelle persone in età l’infiammazione sopraggiunge quando, in seguito al normale ingrossamento della prostata stessa, si verifica una maggiore difficoltà a espellere le urine. In questo modo la vescica si svuota solo parzialmente e quindi l’urina che ristagna nella vescica può dare luogo a una infezione batterica che, a sua volta, determina l’infiammazione. Un’altra causa possibile va cercata nei rapporti non protetti. Infatti, durante i rapporti intimi, può avvenire una risalita di batteri del partner lungo l’uretra, cioè il canale che collega sia la prostata sia la vescica verso l’esterno. Così, se e quando i batteri risalgono, possono aggredire la prostata e causare la sua infiammazione.

Tuttavia anche alcune abitudini di vita possono facilitare la comparsa di questo fastidioso problema. Una vita sedentaria, cui magari si associa una scarsa idratazione, fa sì che la prostata schiacci la vescica. Lo scarso ricambio di urine, provocato da questa parziale strozzatura dell’uretra dovuta alla posizione seduta, favorisce il ristagno delle urine, con le conseguenze indicate in precedenza.

Quindi, se si fa un lavoro sedentario, è necessario alzarsi e fare una camminata almeno una volta ogni ora, anche solo per fare due passi. Se non si sono verificati episodi di ingrossamento prostatico il consiglio è quello di bere un litro e mezzo di acqua al giorno per avere un frequente ricambio di urine.

Una prostatite acuta è talmente dolorosa e debilitante che costringe chi ne soffre a recarsi subito dal medico, meglio se specialista urologo, per avere una diagnosi esatta e per impostare la terapia il più presto possibile. Se la prostatite non è trattata a dovere fin dai primi tempi è più facile che da acuta diventi cronica.

Il sito dei Runners del Forum Sport Center è finalmente on-line, un saluto e un benvenuto a tutti colori che fanno già della nostra squadra e quelli che vorranno entrare a farne parte. La nostra squadra a partire da quest''anno ma in via definitiva dal prossimo anno si chiamerà "Atletica Forum Sport Center".

Sul sito troverete tante informazioni utili: sulla logistica delle gar...

Appuntamento per chi gareggia: ci vediamo domenica mattina alle ore 8.15 direttamente in Largo dei Capasso. Vi ricordiamo che l''inizio della gara è previsto per le ore 9.30.

Si informa che sarà possibile ritirare i pettorali presso la segreteria del FORUM a partire dalle ore 12 di sabato 13. Chi non ha possibilità ...

La Società fornirà supporto per l’iscrizione alla gara e possono essere effettuate fino al 22 aprile 2013 presso la segreteria del Forum.

€ 10,00. Per assicurare un regolare svolgimento della gara il numero degli iscritti sarà chiuso a 1000 partecipanti. Non sarà possibile iscriver...

La Società fornirà supporto per l’iscrizione alla gara e possono essere effettuate fino a mercoledì 24 aprile alle ore 17.00 presso la segreteria del FORUM.

€ 10,00 per la gara Competitiva, € 10,00 per quella non competitiva Km. 13 e € 8,00 per la Non competitiva Km. 3.

Scritto da Atletica Forum Sport Center

Appuntamento per chi gareggia: ci vediamo domenica mattina alle ore 8.15 direttamente in Largo dei Capasso. Vi ricordiamo che l''inizio della gara è previsto per le ore 9.30.

Si informa che sarà possibile ritirare i pettorali presso la segreteria del FORUM a partire dalle ore 12 di sabato 13. Chi non ha possibilità di passare sabato dal FORUM potrà comunque ritirarli sul luogo della partenza domenica mattina. Non sarà allestito alcun gazebo per la presente gara.

Si comunica che sono aperte le iscrizioni alla gara del calendario sociale "Corri Bravetta", che si terrà il prossimo 14 aprile. Le iscrizioni per la gara competitiva si effettuano fino a giovedì 11 aprile 2013.La tassa di iscrizione alla gara competitiva è di €. 10,00 la non competitiva è fissata in € 5,00.

E SPORT IN SUDAFRICA(di massima)

Questo programma è dedicato a chi desidera un

Il programma è molto didattico - sportivo.

Il gioco del Rugby come disciplina,

non limitato al solo momento ludico, ma

come momento di apprendimento di contenuti

strumento di verifica, attraverso l’abitudine

ad una leale competizione, non esclusivamente

sul campo da gioco ma nella vita.

Allenamento di Rugby con Tecnici Professionisti

Formazione e sviluppo tecniche sportive con

Tutti i transfer da e per il Centro Sportivo

Sala TV con tutti i Canali Sportivi a disposizione

Tutti gli impianti sportivi del Centro a disposizione:

Palestra / Piscina (non nella stagione invernale)

/ Campi da tennis e di Squash

Attività ricreative (tour turistici ed escursioni)

I dettagli del soggiorno studio verranno indicati

Alla prenotazione verrà anche richiesta la condivisione

e la firma dei Genitori e/o di chi ne fa le veci

del Regolamento del progetto e del Codice

di Condotta per il Centro di Addestramento.

+ volo aereo Italia/Sud Africa + assicurazione

I POSTI SONO A NUMERO LIMITATO.

previsto un deposito cauzionale alla prenotazione

del 40%, non rimborsabile, ed il saldo 10 gg prima

E’ possibile stipulare una polizza annullamento

che da diritto all’eventuale risarcimento totale

E’ possibile valutare formule di finanziamento.

Study & Sport è in grado di organizzare, per le

famiglie che volessero raggiungere i propri figli, il

ASSOCIAZIONE STUDY AND SPORT, Via Petrarca, 8 43100 PARMA - segreteria@studyandsport.com - P.IVA 02485220343 - web by e-project

Posted by XxSorexX in Videogiochi 1 Comment

Assassin’s Creed 3: i due trailer di Connor!

 Il nuovo capitolo della saga di Assassins Creed è oramai alle porte. In questo articolo vogliamo proporvi due trailer riguardanti il protagonista che andremo a trovare in questa versione del gioco, Connor. Nei due trailer (uno UK e uno USA) che andremo a vedere, il protagonista, decima i suoi nemici senza pietà.

Guardando affondo i due trailer salta agli occhi una differenza sostanziale dai primi trailer apparsi in rete fino ad oggi, i nemici sono prevalentemente americani, fino ad oggi avevamo visto solamente inglesi.

Ma andiamo a vedere i due trailer.

Vi ricordiamo che Assassins Creed 3 uscirà il 31 Ottobre 2012 per Xbox, Ps3, sempre nello stesso giorno è prevista l’uscita di Assassin’s Creed Liberation, esclusiva per PS VITA. La versione per PC uscirà il 22 Novembre.

http://www.youtube.com/watch?v=ezqjRlDCPOI&feature=g-u-u i italiano è gia uscito

Entra nel forum di MyNewsPortal.it

Utenti in linea250 utenti In linea1 Utente Vedendo questa pagina.Utenti: 1 ospite Shout Box

Devi essere loggato per inviare un commento

raga da 2-3 giorni quando apro fifa mi dice che devo aggiornare il software di sistema e non posso giocare online

come si fa a cancellare le cose nell hdd interno?

Per il Pass metti 10 euro su una PostePay connettiti il tuo account al sito della Sony e da lì fai il trasferimento…

Poi avvia Fifa 13 e fatti inviare una richiesta di gioco cosi ti dirà di acquistare il pass (Che costa 7.99 €)

ragazzi dove posso comprare un pass online per fifa 13??

ragazzi qualcuno se ne intende di cuffie?? volevo prendere le Sennheiser PC 333D… volevo sapere se sono anche per ps3…

capito, ok grazie per l’informazione

Ultimi commenti dai nostri amici!!!druid76 su WiiU già “compromessa” dai Fail0verFlow?alfio68 su WiiU già “compromessa” dai Fail0verFlow?alfio68 su WiiU già “compromessa” dai Fail0verFlow?roberto167 su [Homebrew PS3] multiMAN 04.14.04 e “stealthMAN” rilasciati!mirko su [Speciale VGA 2012] Nuovo Trailer Tomb Raider I nostri Fan su Facebook Statistiche

Tutti i nostri articoli! Seleziona mese dicembre 2012 (63) novembre 2012 (177) ottobre 2012 (315) settembre 2012 (176) agosto 2012 (107) luglio 2012 (176) giugno 2012 (161) maggio 2012 (175) aprile 2012 (192) marzo 2012 (305) febbraio 2012 (193) gennaio 2012 (138) dicembre 2011 (78) novembre 2011 (13) Blogroll

Articoli più letti!Forum di MyNewsPortal.iT - 534.010 views[IN AGGIORNAMENTO] EBOOT per CFW 3.55/3.41: la lista completa - 29.163 views[Aggiornamento #9] CFW 4.25 BlueDisk rilasciato - 22.551 views[Tutorial] Come masterizzare giochi XBox 360 XGD2 e XGD3 con IMGBURN - 21.680 views[Guida] Eseguire il downgrade da 4.20 dex a 3.55 dex - 20.545 views[AGGIORNATO #6] Trasformare PS3 CEX to DEX: le guide, i perchè e tutto quello che c’è da sapere sull... - 19.700 views[GUIDA] Trasformare PS3 CEX to DEX con RedRibbon RC5 - 16.803 viewsLuPoRtmP: guardare TV dal vostro PC - 16.081 views[GUIDA AGGIORNATA] Come trasformare una console CEX in DEX - 14.911 viewsKickAss Torrents chiude….in Italia!!! - 14.053 views

Powered by MyNewsPortal.iT TuTTo sul MonDo DeLLa TeCnoLoGia, HacKinG, ConSoLe, MonDo AppLe e NoN SoLo...

L''articolo non è stato pubblicato, controlla gli indirizzi e-mail!

La verifica dell''Email ha fallito, riprova per favore.

Ci dispiace, il tuo blog non consente di condividere articoli tramite email.

Gli obiettivi di qualsiasi programma di trattamento per l’asma cronica dovrebbero includere comportamenti che evitino i fattori scatenanti e l’eliminazione dei sintomi, in modo da ripristinare la normale funzione polmonare, ridurre l’incidenza di attacchi gravi, e ridurre al minimo l’assunzione di farmaci.

La terapia farmacologica per l’asma cronica è suddivisa in tre categorie. L’asma cronica può essere attaccato con agenti preventivi o anti-infiammatori; oppure con farmaci mitigatori che forniscono sollievo per i sintomi più acuti e i farmaci controllori che forniscono una azione prolungata broncodilatatore con una lieve azione anti-infiammatoria.

Va notato che ci sono alcune idee sbagliate sul trattamento dell’asma cronica. Per esempio, gli antistaminici non sembrano essere un’efficace strategia di trattamento dell’asma cronica. Gli immunosoppressori come il methotrexate sono raramente benefici per l’asma cronica, e l’agopuntura ha un effetto trascurabile.

L’obiettivo fondamentale di ogni trattamento terapico di un paziente affetto da asma cronica è di educarlo a comprendere la natura dell’asma, a conoscere i diversi tipi di farmaci, e, soprattutto, a comprendere le strategie di prevenzione. Ma è anche importante conoscere il corretto uso degli inalatori e riconoscere i segni del peggioramento della malattia.

L’asma cronica è spesso mal diagnosticata negli anziani, una categoria che, invece, è particolarmente suscettibile agli effetti collaterali di farmaci usati per il suo trattamento. Per questo gli anziani hanno bisogno di conoscere le strategie preventive.


Molte persone soffrono di anemia senza nemmeno saperlo ma basta sottoporsi ad accurati esami del sangue per scoprire se si soffre o meno di questa patologia. L’anemia è caratterizzata da una diminuzione di emoglobina (Hb) presente nel sangue. Quando l’emoglobina cala in modo consistente, ecco che i primi sintomi fanno capolino nel nostro organismo. Chi è anemico solitamente si stanca subito, avverte tachicardia, ha mancanza di appetito, nausea e pallore sul viso. E ancora può avvertire spesso sonnolenza, fastidiosi ronzii alle orecchie, cefalea, formicolio a mani e piedi. Tutti sintomi che spesso e volentieri all’inizio vengono sottovalutati e che invece dovrebbero rappresentare dei campanellini di allarme utili per correre subito ai ripari sottoponendosi ad esami del sangue ed arrivare dunque subito alla fonte del problema.

Come per tutte le patologie, occorrerebbe fare una differenziazione specifica. Ci sono infatti vari tipi di anemie e per ogni tipologia ecco che esiste una cura più specifica ed efficace di un’altra. Ma un aiuto nel combattere l’anemia arriva anche dalla natura. Esistono infatti alcuni elementi che, se introdotti nel nostro organismo con una certa regolarità, aiutano a tenere sotto controllo i sintomi piuttosto sgradevoli dell’anemia, di qualsiasi genere essa sia (sarà poi uno specialista a stabilirlo). In linea generale, per coloro che soffrono di anemia, è sempre importante tenere sotto controllo il livello di ferro nel sangue che spesso tende ad abbassarsi (c’è proprio un’anemia chiamata sideropenica o ferropriva perché è causata proprio da un deficit di ferro).

E’ indicato dunque consumare molta carne rossa, pesce (anche frutti di mare e crostacei), tuorlo d’uovo ma anche verdure a foglia verde, legumi e cacao amaro tutti alimenti ricchi di ferro. Anche dall’omeopatia arriva un valido aiuto per la cura dell’anemia. In questo caso, però, sarebbe riduttivo elencare alcuni elementi validi per curare questa patologia perché l’analisi attenta del soggetto (abitudini di vita, relazioni interpersonali, esperienze legate al passato etc) riveste un ruolo molto importante nella scelta della cura da eseguire. Meglio dunque affidarsi ad un esperto che possa indicare la strada migliore per ciascuno di noi dopo averci “analizzato” a sufficienza. Una cosa però è importante rimarcare: quando si avvertono i primi sintomi è sempre bene cercare di approndire la cosa. A volte per ovviare ai problemi legati alla anemia basta davvero poco, ma molto spesso le persone sottovalutano i segnali lanciati dal nostro corpo. Che invece dovremmo ascoltare più spesso, perché non “parla” mai a sproposito…

Nelle Spa che si rispetti, viene suggerita una dieta ad hoc. Perciò, ognuno a casa nostra, nella nostra spa fai da te,la cura comincia dalla pancia. Bisogna mangiare verdura e carni bianche al vapore e condite con tre cucchiai d’olio al giorno; insaporite i piatti con spezie e aceto balsamico. A colazione prendte una tazza di caffè americano, uno yogurt magro,noci,30 gr di pane e marmellata e della tintura madre di iperico: mette di buon umore,rilassa i muscoli e così aiuta a prevenire le rughe d’espressione. Durante la giornata bisogna bere centrifugati di carote: il beta-carotene contiene vitamina A, che aiuta il rinnovo cellulare e ha efficacia antiossidante. Per vedere gli effetti sulla pelle seguite questa dieta per almeno una settimana.  La pelle oltre che curarla con il cibo sano che si mangia a tavola, ma anche con creme che possono rendere la pelle luminosa e tonica. Poi ci sono creme e creme, infatti bisogna stare attente anche nella scelta della crema,perchè alcune potrebbero creare problemi alla pelle,come macchie o altro.

Si dice anche che bere dell’acqua calda al mattino prima della colazione sia ottimo per il nostro fisico, però è una cosa che bisognerebbe fare tutti i giorni, e col passare del tempo si vedono i primi miglioramenti. Gli specialisti propongono tutti una dieta purificante e disintossicante, che aiuti a eliminare le tossine presenti nell’organismo e faccia splendere la pelle. Direi una dieta ottima soprattutto in questo priodo estivo, in cui il momento della prova costume si avvicina sempre di più e noi donne vogliamo essere perfette.

Quando l’organismo non tollera alcuni cereali. Il test per scoprire quali cibi sono da evitare.

Sono più di 40 mila gli italiani costretti a rinunciare a tutti i derivati da grano, avena orzo e segala, perché l’organismo non tollera il glutine, una proteina contenuta in molti cereali (tranne mais e riso). Questo disturbo, chiamato celiachia, si manifesta con sintomi piuttosto comuni come: stitichezza, diarrea, mancanza di appetito, magrezza, Per questo motivo si può confondere facilmente con altre malattie e quindi diventa è difficile da diagnosticare. Identificare il disturbo è essenziale per iniziare immediatamente un’alimentazione idonea, priva di glutine che consente di non arrecare danni alle cellule dell’organismo.

Come riconoscere l’allergia al glutine?

Attraverso una semplice analisi, è possibile eliminare ogni dubbio. Oggi, un nuovo test permette di scoprire con precisione se il paziente è affetto o meno da celiachia. Per eseguire l’EutTG sono sufficienti alcune gocce di sangue, prelevate attraverso una puntura praticata ad un dito della mano del paziente. Nel caso in cui l’esito è positivo, è necessario ricorrere al medico per ricevere le indicazioni sulla dieta da effettuare.

Nonostante proseguono incessantemente le ricerche per la scoperta di un farmaco capace di debellare il problema, gli studiosi affermano che la strada da percorrere richiede ancora tempi lunghi. L’unica cura da seguire è la dieta prescritta dallo

Come è fatta l''acquaGlossario dei termini dell''acqua

Igiene e sicurezza degli alimentiGlossario alimentareOrganizzazione della cucinaGlossario di cucinaRistorazione collettiva

Come e perchèPrevenzione degli infortuni nelle pulizieH.A.C.C.PPulizia, il valore aggiunto che fà la differenza

Igiene e sanificazione ambientaleGlossario di igiene e sanificazione ambientale

Insalata di riso con verdure di stagione

Home Igiene e sicurezza degli alimenti Alimenti surgelati

Un cenno particolare meritano i surgelati che offrono prodotti validi sia dal punto di vista nutrizionale che igienico purché l''alimento di partenza sia di buona qualità, surgelato con tecniche adeguate e la sua conservazione, dal luogo di produzione a quello di consumo, sia effettuata in modo corretto. Occorre ricordare che il processo di surgelazione può essere effettuato esclusivamente presso laboratori di produzione autorizzati. E'' molto importante che il trasporto degli alimenti surgelati sia effettuato in condizioni tali che la temperatura, in ogni punto del prodotto, non sia mai superiore ai -18°C . All''atto del ricevimento delle merci è opportuno controllare la consistenza e la forma del prodotto. Le attrezzature frigorifere, anche al piano di massimo carico, devono mantenere la temperatura costante. Gli apparecchi a pozzo devono portare all''interno una chiara indicazione della linea di massimo carico, che non deve essere superata. Le celle di conservazione devono essere munite di termometri tarati e posizionati in modo da garantire la massima visibilità. Le celle dovranno essere messe in posizioni tali da non essere esposte a raggi del sole o ad altre fonti di calore. Quando non è possibile procedere alla cottura dell''alimento ancora congelato, è preferibile che il processo di scongelamento avvenga a temperatura di frigorifero, anche se richiede più tempo dello scongelamento a temperatura ambiente. Occorre infatti ricordare che l''esposizione dell''alimento a temperatura ambientale, anche per tempi relativamente brevi, rende possibile la rapida ripresa della moltiplicazione dei batteri che il processo di surgelazione aveva bloccato, ma non eliminato.

Il nostro corpo necessita di una certa varietà e quantità di sostanze nutritive; possiamo esemplificare il concetto suddividendole per gruppi: Le proteine, i carboidrati, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e le fibre. L’assunzione nella giusta misura di tutti questi elementi risulta fondamentale per il buon funzionamento del nostro organismo; partiamo dalle più importanti, ovvero le proteine, che sono alla base delle nostre strutture cellulari, membrane incluse; proseguendo con i carboidrati ci accorgiamo che rappresentano le maggiori risorge energetiche per il nostro corpo; poi ci sono i grassi, o lipidi, che per lo più sono adibiti alla funzione di riserva energetica, rendendosi fruibili all’occorrenza; per le vitamine, in alcuni casi autoprodotte dal nostro organismo, c’è bisogno di una costante introduzione attraverso il cibo, anche in considerazione del fatto che queste vanno ad interagire con importanti processi chimici, all’interno delle cellule.

Per il mantenimento strutturale delle cellule stesse, rivestono grande importanza invece i sali minerali, denti e ossa, ad esempio, traggono i maggiori benefici attraverso l’assunzione del calcio, così come di fondamentale rilevanza è la presenza di ferro per una corretta produzione di emoglobina, e di sodio per il nostro cervello. Infine ci sono le fibre, presenti in frutta fresca, verdura, legumi ecc., utilissime per facilitare tutto il processo digestivo. Il giusto mix, come descrivevamo all’inizio, è quello che quotidianamente richiede la complessa macchina umana di cui siamo, volenti o nolenti, i piloti; la benzina, l’olio, la manutenzione programmata, e tutto ciò che riguarda il mantenimento di un’automobile, possono aiutarci a ricordare, facendo un parallelo nemmeno troppo azzardato, che un buon motore ed una buona carrozzeria vanno alimentati e preservati, nei modi, nelle dosi, e nei tempi giusti; solo così si potranno ottenere le migliori prestazioni possibili.

Tenendo bene a mente questo concetto, oggi i passi avanti fatti nel campo dell’alimentazione, e della farmaceutica, vengono incontro anche a tutti coloro i quali hanno, per così dire, dei gusti un po’ difficili; quindi se qualcosa di necessario al nostro corpo, siamo abituati a vederla solo in alcuni alimenti, cerchiamo semplicemente di informarci meglio, e ci sorprenderemo nel trovarla sotto altre forme, e magari con gusti a noi consoni. Approfittare del progresso per arricchire la nostra dispensa, e colmare le lacune della nostra dieta, non significa evitare le visite dal medico, ma semplicemente andarci con la consapevolezza di fare ogni giorno qualcosa di utile per noi stessi; nei tempi antichi si diceva che l’uomo era ciò che mangiava, mai frase fu più vera e sempre di attualità.