Allergie al Glutine – come si riconoscono

Quando l’organismo non tollera alcuni cereali. Il test per scoprire quali cibi sono da evitare.

Sono più di 40 mila gli italiani costretti a rinunciare a tutti i derivati da grano, avena orzo e segala, perché l’organismo non tollera il glutine, una proteina contenuta in molti cereali (tranne mais e riso). Questo disturbo, chiamato celiachia, si manifesta con sintomi piuttosto comuni come: stitichezza, diarrea, mancanza di appetito, magrezza, Per questo motivo si può confondere facilmente con altre malattie e quindi diventa è difficile da diagnosticare. Identificare il disturbo è essenziale per iniziare immediatamente un’alimentazione idonea, priva di glutine che consente di non arrecare danni alle cellule dell’organismo.

Come riconoscere l’allergia al glutine?

Attraverso una semplice analisi, è possibile eliminare ogni dubbio. Oggi, un nuovo test permette di scoprire con precisione se il paziente è affetto o meno da celiachia. Per eseguire l’EutTG sono sufficienti alcune gocce di sangue, prelevate attraverso una puntura praticata ad un dito della mano del paziente. Nel caso in cui l’esito è positivo, è necessario ricorrere al medico per ricevere le indicazioni sulla dieta da effettuare.

Nonostante proseguono incessantemente le ricerche per la scoperta di un farmaco capace di debellare il problema, gli studiosi affermano che la strada da percorrere richiede ancora tempi lunghi. L’unica cura da seguire è la dieta prescritta dallo

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *